L’eresia dell’informe

Messa, Ore Liturgiche...

Un brano tratto da Martin Mosebach, L\’Eresia dell\’informe. La liturgia romana e il suo nemico (Cantagalli, 2009).
Forse il danno più grave provocato dalla riforma della S. Messa di Papa Paolo VI e dallo sviluppo che ne è derivato è questo: essa costringe tutti a parlare della liturgia. Anche chi non volesse farlo ha già perduto qualcosa di inestimabile: l’innocenza di assumerla come qualcosa dato da Dio agli uomini. Siamo tutti divenuti grandi o piccoli liturgisti.

(altro…)

XV. «SI CONSURREXISTIS ***** CHRISTO…» (Tempo pasquale)

Messa, Ore Liturgiche...

Tratto da "CRISTO NEI SUOI MISTERI. Conferenze Spirituali e Liturgiche", di COLUMBA MARMION O. S. B.
SOMMARIO. La Chiesa chiama «santa» la risurrezione di Gesù. Duplice elemento costitutivo della santità.
I. Cristo risuscitato è esente da ogni infermità umana.
II. Meravigliosa pienezza della «Vita per Iddio» nel Cristo trionfante.
III. Il battesimo inizia in noi la grazia pasquale. Dottrina di S. Paolo. In qual modo il cristiano, col tenersi lontano da ogni peccato e col distacco da ogni creatura, deve imitare, in tutta la sua esistenza, la libertà spirituale di Cristo glorioso.
IV. Completa appartenenza a Dio: Viventes Deo; sua realizzazione nell\’anima.
V. In qual modo, con la contemplazione del mistero e la comunione eucaristica, affermiamo in noi questa duplice grazia pasquale.
VI. La risurrezione dei corpi esaurisce la manifestazione della grandezza di questo glorioso mistero. Gioia che nasce nell\’anima nostra per l\’unione con Cristo risuscitato; l\’Alleluia pasquale.

(altro…)

Papa Benedetto XVI e la liturgia.

Messa, Ore Liturgiche...

Del prof. Davide Ventura. Da: L\’eco dell\’eremo della Beata Vergine del Soccorso – Minucciano. Il valore del messale antico e il “Motu proprio” Summorum Pontificum. L’applicazione della riforma liturgica. La liturgia non è prodotto umano. Lo sviluppo organico della liturgia. L’abbandono della bellezza. “Actuosa participatio”. Il problema della lingua liturgica. Versus orientem. Unità nella diversità.

(altro…)

XVIII. – «IN MEI MEMORIAM» (Corpus Domini)

Messa, Ore Liturgiche...

Tratto da “CRISTO NEI SUOI MISTERI. Conferenze Spirituali e Liturgiche”, di COLUMBA MARMION O. S. B. SOMMARIO. L’Eucaristia è un mistero di fede. I. Il sacrificio dell’altare perpetua la memoria di Gesù. II. La manna, figura del sacramento eucaristico. III. In questo sacramento troviamo la virtù dei misteri di Gesù. IV. In qual modo parteciparvi: con il sacrificio della messa, la comunione, la visita al SS. Sacramento. Rispetto profondo di cui bisogna circondare questo mistero. V. In qual modo, per la fede, siamo uniti a Cristo in questo sacramento e, per lui, al Padre e allo Spirito Santo.

(altro…)

XVII. … LA MISSIONE DELLO SPIRITO SANTO (Pentecoste)

Messa, Ore Liturgiche...

Tratto da “CRISTO NEI SUOI MISTERI. Conferenze Spirituali e Liturgiche”, di COLUMBA MARMION O. S. B. SOMMARIO: In che cosa la missione visibile dello Spirito Santo rientra nel ciclo dei misteri di Gesù. I. Ciò che rappresenta lo Spirito Santo nella Trinità. Il. Ragione per la quale la discesa dello Spirito Santo sui discepoli non avviene che dopo l’Ascensione. III. L’opera del divino Paraclito nell’anima degli Apostoli: li colma di verità, di amore, di forza e di consolazione. IV. L’assemblea dei discepoli nel cenacolo rappresenta tutta quanta la Chiesa: azione meravigliosa ed incessante dello Spirito Santo nella Chiesa: la Pentecoste perdura ancora. V. Operazioni dello Spirito Santo nelle anime nostre; nostri doveri verso di lui. (altro…)

XVI … ED ORA, «PADRE, GLORIFICA IL FIGLIO TUO» (Ascensione).

Messa, Ore Liturgiche...

Tratto da “CRISTO NEI SUOI MISTERI. Conferenze Spirituali e Liturgiche”, di COLUMBA MARMION O. S. B. SOMMARIO: I. Splendore magnifico del trionfo di Gesù nella sua ascensione alla destra del Padre. II. Motivi fondamentali di questa prodigiosa esaltazione di Cristo: egli è il Figlio di Dio; egli si è inabissato nelle ignominie della Passione. III. Grazia che Cristo ci conferisce in questo mistero: noi penetriamo con lui nel ciclo come membra del suo corpo mistico. IV. Sentimento di gioia profonda che fa nascere in noi questa glorificazione di Gesù: Tu esto nostrum gaudium. V. Perché una incrollabile confidenza deve parimenti animarci in questa solennità. Cristo entra nel Sancta Sanctorum come pontefice supremo e vi rimane come mediatore unico. VI. Appoggiarci a Cristo per «essere liberati dal male» in mezzo alle tristezze e alle prove della presente vita.

(altro…)

XV. «SI CONSURREXISTIS CUM CHRISTO…» (Tempo pasquale)

Messa, Ore Liturgiche...

Tratto da “CRISTO NEI SUOI MISTERI. Conferenze Spirituali e Liturgiche”, di COLUMBA MARMION O. S. B. La Chiesa chiama «santa» la risurrezione di Gesù. Duplice elemento costitutivo della santità. I. Cristo risuscitato è esente da ogni infermità umana. II. Meravigliosa pienezza della «Vita per Iddio» nel Cristo trionfante. III. Il battesimo inizia in noi la grazia pasquale. IV. Completa appartenenza a Dio: Viventes Deo; sua realizzazione nell’anima. V. In qual modo, con la contemplazione del mistero e la comunione eucaristica, affermiamo in noi questa duplice grazia pasquale. VI. La risurrezione dei corpi esaurisce la manifestazione della grandezza di questo glorioso mistero. Gioia che nasce nell’anima nostra per l’unione con Cristo risuscitato; l’Alleluia pasquale.

(altro…)

Martirologio romano (II)

Messa, Ore Liturgiche...

Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti. Decreto Victoriam paschalem con il quale si promulga l’edizione tipica latina del Martyrologium Romanum riformato secondo le disposizioni del Concilio Vaticano II (29 giugno 2001). III – Il Martirologio romano. IV – L’uso del Martirologio. V –  I Propri del Martirologio. VI – Adattamenti di competenza delle conferenze episcopali

(altro…)