Le “quinte colonne” della secolarizzazione (I)

Apologetica

di Jean Ousset. (Traduzione a cura di totustuus.it del Cap. IV (La Revolución. Su Quinta columna) del volume “Para que El reine” (Affinché Egli regni), Speiro, Madrid 1972, pp. 191-237.) [Infiltrazione, non attacco frontale] Esaminando il processo rivoluzionario è necessario mettere in guardia dall’azione di una sua “quinta colonna”, tanto più temibile in quanto i suoi adepti continuano a chiamarsi cattolici.

(altro…)

Appunti sulla storia e sul «progetto» dei «cattolici democratici» (I)

Apologetica

In una documentata ricostruzione di Marco Invernizzi, le vicende principali di un’operazione di lunga durata tesa a egemonizzare il mondo cattolico italiano. 1974: il referendum sul divorzio. La fine dell’età lamennaisiana. Il «progetto» del cattolicesimo democratico negli anni Trenta in Italia. La Lega Democratica nel cattolicesimo democratico.  II convegno Evangelizzazione e promozione umana.

(altro…)

Galileo e la Chiesa alla luce della storia del pensiero.

Apologetica

di Mons. Walter Brandmüller, Presidente del Pontificio Comitato di Scienze Storiche. “Sapete che cosa è un cliché, un cliché storico? È lo schema di un ragionamento o di un discorso che si ripete abitualmente; espressione priva di originalità, abusata, fastidiosa… così il dizionario. Ne è un esempio classico il famoso caso Galileo, come viene delineato di solito. Cerchiamo, quindi, di smontare quel cliché confrontandolo con la verità storica”.

(altro…)

Testamento di Josyf card. Slipyj (II)

Apologetica

Il 7 settembre 1984 chiudeva a Roma la sua lunga e travagliata esistenza il cardinale Josyf Slipyj, arcivescovo maggiore di Leopoli degli ucraini, definito dal Pontefice Giovanni Paolo II “uomo di fede invitta, pastore di fermo coraggio, testimone di fedeltà eroica, eminente personalità della Chiesa” (L’Osservatore Romano 19-10-1984). Ecco la seconda parte del testamento tradotto dalla fotocopia del dattiloscritto originale in ucraino, da padre Alessio U. Floridi S.J.

(altro…)

Testamento di Josyf card. Slipyj (I)

Apologetica

Il 7 settembre 1984 chiudeva a Roma la sua lunga e travagliata esistenza il cardinale Josyf Slipyj, arcivescovo maggiore di Leopoli degli ucraini. Il testamento del presule – definito dai regnante Pontefice Giovanni Paolo II “uomo di fede invitta, pastore di fermo coraggio, testimone di fedeltà eroica, eminente personalità della Chiesa” (L’Osservatore Romano 19-10-1984) – è stato tradotto dalla fotocopia del dattiloscritto originale in ucraino da padre Alessio U. Floridi S.J.

(altro…)