Sola Scriptura

Sacra Scrittura: sua autorità, esegesi..

81 ” La Sacra Scrittura è la Parola di Dio in quanto è messa per iscritto sotto l’ispirazione dello Spirito divino”. Quanto alla Sacra Tradizione, essa conserva “la Parola di Dio, affidata da Cristo Signore e dallo Spirito Santo agli Apostoli”, e la trasmette “integralmente ai loro successori, affinché questi, illuminati dallo Spirito di verità, con la loro predicazione fedelmente la conservino, la espongano e la diffondano”.

82 Accade così che la Chiesa, alla quale è affidata la trasmissione e l’interpretazione della Rivelazione, “attinga la sua certezza su tutte le cose rivelate non dalla sola Sacra Scrittura. Perciò l’una e l’altra devono essere accettate e venerate con pari sentimento di pietà e di rispetto” [Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum, 9].

84 Il “deposito” ( 1Tm 6,20 ) [Cf 2Tm 1,12-14 ] della fede (“depositum fidei”), contenuto nella Sacra Tradizione e nella Sacra Scrittura, è stato affidato dagli Apostoli alla totalità della Chiesa. […].

85 “L’ufficio di interpretare autenticamente la Parola di Dio scritta o trasmessa è stato affidato al solo Magistero vivente della Chiesa, la cui autorità è esercitata nel nome di Gesù Cristo”, [Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum, 10] cioè ai vescovi in comunione con il successore di Pietro, il vescovo di Roma.

95 “E’ chiaro dunque che la Sacra Tradizione, la Sacra Scrittura e il Magistero della Chiesa, per sapientissima disposizione di Dio, sono tra loro tal mente connessi e congiunti che non possono indipendentemente sussistere e che tutti insieme, ciascuno secondo il proprio modo, sotto l’azione di un solo Spirito Santo, contribuiscono efficacemente alla salvezza delle anime” [Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum, 10].

(Sintesi, dal Catechismo della Chiesa Cattolica)

(altro…)

Autorità della Chiesa

Sacra Scrittura: sua autorità, esegesi..

119 “E’ compito degli esegeti contribuire, secondo queste regole, alla più profonda intelligenza ed esposizione del senso della Sacra Scrittura, affinché, con studi in qualche modo preparatori, si maturi il giudizio della Chiesa. Tutto questo, infatti, che concerne il modo di interpretare la Scrittura, è sottoposto in ultima istanza al giudizio della Chiesa, la quale adempie il divino mandato e ministero di conservare ed interpretare la Parola di Dio” [Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum, 12].
Non crederei al Vangelo se non mi ci inducesse l’autorità della Chiesa cattolica [Sant’Agostino, Contra epistulam Manichaei quam vocant fundamenti, 5, 6: PL 42, 176].

(Sintesi, dal Catechismo della Chiesa Cattolica)

(altro…)

La crisi dell’esegesi contemporanea

Sacra Scrittura: sua autorità, esegesi..
Di Ignace de la Potterie, S.J.< ?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

Conferenza tenuta il 29 Settembre 1998 nel Seminario religioso “Santa Maria, Madre del Verbo Incarnato”, di San Rafael, Mendoza, Argentina. Pronunziata in italiano con traduzione simultanea in spagnolo. Per il carattere stesso della dissertazione, ha un chiaro stile colloquiale.

 Il R.P. Ignace de la Potterie, sacerdote gesuita, è uno dei più grandi esegeti del nostro tempo. Dottore in esegesi biblica nel Pontificio Istituto Biblico di Roma. E’ stato professore di Sacra Scrittura a Lovaina e dal 1959 nel Istituto Biblico, del quale attualmente è professore emerito. E’ stato membro della Pontificia Commissione Biblica e fino a 1993, consultore della Sacra Congregazione per la dottrina della Fede.

(altro…)

LA INTERPRETAZIONE DELLA BIBBIA NELLA CHIESA

Sacra Scrittura: sua autorità, esegesi..
DISCORSO DI SUA SANTITÀ GIOVANNI PAOLO II

Traduzione italiana dell’Osservatore Romano, 25-4-1993, pp. 8‑9. Lingua originale francese.

Questo discorso è stato pronunciato il venerdì 23 aprile 1993 durante una udienza commemorativa del centenario dell’Enciclica «Providentissimus Deus» di Leone XIII e del cinquantenario dell’Enciclica «Divino afflante Spiritu» di Pio XII, entrambe consacrate alle questioni bibliche.
L’udienza ebbe luogo nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico, alla presenza dei membri del Collegio Cardinalizio, del Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede, della Pontificia Commissione Biblica e del Corpo Professorale del Pontificio Istituto Biblico.
Nel corso dell’udienza, il Cardinale J. Ratzinger presentò al Santo Padre il documento della Commissione Biblica sull’interpretazione della Bibbia nella Chiesa.

(altro…)