Preghiera eucaristica nelle messe per varie necessità

Messa, Ore Liturgiche...

Congregazione per il Culto Divino. Poiché di tale testo della preghiera eucaristica, preparato nelle lingue tedesca, francese e italiana, si hanno fin dall’inizio redazioni diverse, sembra necessario pubblicare il testo latino di questa preghiera, che sia proposto come tipico per tutti

CONGREGAZIONE DEL CULTO DIVINO E DISCIPLINA DEI SACRAMENTI


Decreto Prex eucharistica


Preghiera eucaristica nelle messe per varie necessità


I. DECRETO


La preghiera eucaristica, che per sua natura è quasi il culmine di tutta la celebrazione della messa, come preghiera di rendimento di grazie e di santificazione, per sé tende a far sì che tutta l’assemblea dei fedeli si unisca a Cristo nel proclamare le grandi opere di Dio e nell’offerta del sacrificio pasquale. Tale fine e tale carattere di questa preghiera sono sempre presenti nei diversi formulari con cui la preghiera stessa è espressa.

Tuttavia, per quanto riguarda il fine della preghiera eucaristica si deve tenere presente anche il particolare aspetto detto di domanda o intercessione. Per questo il Messale romano riformato offre varie formule di intercessione, da introdurre nelle singole preghiere eucaristiche secondo la struttura di ciascuna in celebrazioni particolari, anzitutto per la celebrazione delle messe rituali.

Per questo inoltre, dopo l’edizione del Messale romano con quattro preghiere eucaristiche per tutto il rito romano, alcune conferenze episcopali, soprattutto in occasione di qualche commemorazione o di un evento speciale, hanno chiesto alla sede apostolica l’approvazione del testo di una nuova preghiera eucaristica; fra tali testi c’è quello che era stato preparato in occasione del Sinodo delle diocesi della Svizzera. La concessione e approvazione di questi testi è stata fatta nei singoli casi entro i limiti previsti dal diritto liturgico.

Col tempo l’uso del testo approvato per il Sinodo svizzero nel 1974 fu concesso dalla Santa Sede a varie nazioni su domanda delle rispettive conferenze episcopali che avevano curato la traduzione del testo medesimo nella propria lingua.

E poiché di tale testo della preghiera eucaristica, preparato nelle lingue tedesca, francese e italiana, si hanno fin dall’inizio redazioni diverse, sembra necessario pubblicare il testo latino di questa preghiera, che sia proposto come tipico per tutti.

Codesta Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, nel provvedere a tale esigenza, ora rende pubblica la versione latina della predetta preghiera e la dichiara tipica, cosicché le versioni che eventualmente fossero preparate in futuro dovranno attenersi fedelmente ad essa.

Tutte le versioni in lingua viva già approvate d’ora in poi dovranno essere adattate sulla scorta del presente testo tipico latino, quando si procederà alla stampa, dopo aver avuto la conferma della Santa Sede, di nuove edizioni particolari del Messale romano; allora le versioni precedenti dovranno ritenersi abrogate.

La stessa preghiera fin dall’origine è stata redatta in modo che rispondesse alle diverse circostanze, come la sua struttura e il testo chiaramente dimostrano; perciò il suo uso da parte di quanti ne otterranno o ne hanno ottenuto la concessione, dovrà mantenere le norme stabilite nella presente edizione tipica, in modo che il testo della preghiera sia utilizzato assieme ai formulari delle messe per varie necessità.

Nonostante qualsiasi disposizione contraria.


Dalla sede della Congregazione, il 6 agosto, festa della Trasfigurazione del Signore, dell’anno 1991.


+ EDUARDO card. MARTÌNEZ, prefetto

+ LAJOS KADA, arciv. tit. di Tibica

segretario




II. PREMESSE


1. Questa preghiera eucaristica con i propri prefazi e le rispettive intercessioni può essere usata assieme ai formulari delle messe per varie necessità, che non hanno prefazio proprio.


2. II prefazio sul tema “La chiesa in cammino verso l’unità” e la sua intercessione [= V/D] può essere usato in modo appropriato con i formulari delle messe per es. per la chiesa, per il papa, per il vescovo, per l’elezione del vescovo, per il concilio o sinodo, per i sacerdoti, per il sacerdote stesso, per i ministri della chiesa, per un convegno spirituale o pastorale.


3. Il prefazio sul tema “Dio guida la sua chiesa” sulla via della salvezza e la sua intercessione [== V/A] può essere usato in modo appropriato con i formulari delle messe per es. per la chiesa, per le vocazioni agli ordini sacri, per i religiosi, per le vocazioni alla vita religiosa, per i laici, per rendere grazie a Dio, per la famiglia, per i familiari e amici, per domandare la carità.


4. Il prefazio sul tema “Gesù nostra via” al Padre e la sua intercessione [= V/B] può essere usato in modo appropriato con i formulari delle messe per es. per l’evangelizzazione dei popoli, per i cristiani perseguitati, per la patria, per i governanti, per un’assemblea di responsabili della nazione, per lo sviluppo dei popoli, per l’inizio dell’anno civile.


5. II prefazio sul tema “Gesù modello di amore” che è passato facendo del bene e la sua intercessione [= V/C] potrà essere usato in modo appropriato con i formulari di messe per es. in tempo di fame, per i profughi ed esuli, per i prigionieri, per i carcerati, per gli ammalati, per i moribondi, in qualunque situazione di calamità, per i nostri persecutori, per domandare la grazia di una morte serena.


6. Nella concelebrazione la preghiera viene detta nel modo seguente:


a) II prefazio e la preghiera Ti glorifichiamo Padre santo fino a spezza il pane per noi vengono dette dal solo celebrante a braccia allargate.


b) Da Ti preghiamo Padre onnipotente fino a con il suo corpo e il suo sangue tutti i concelebranti pronunciano insieme tutte le parole, tenendo la mano stesa verso le offerte.


c) Da La vigilia fino a lo Spirito del tuo Figlio tutti i concelebranti pronunciano insieme tutte le parole, in questo modo:

La vigilia, a mani giunte;

– le parole del Signore, tenendo la mano destra, se sembrerà opportuno, stesa verso il pane e verso il calice, volgendo poi lo sguardo all’estensione dell’ostia e del calice e infine inchinandosi profondamente;

Celebrando il memoriale e Guarda Padre santo, a braccia allargate.


d) Le intercessioni: Fa’ che la chiesa [= V/D], o Fortifica nell’unità [= V/A]; o Fortifica il tuo popolo con il corpo [= V/B]; o Fortifica il tuo popolo con il pane della vita [= V/C] possono essere affidate all’uno o all’altro dei concelebranti che da solo pronuncerà le parole, a braccia allargate.


e) Le parti che seguono: La vigilia della sua passione. Allo stesso modo. Celebrando il memoriale. Guarda Padre santo questa offerta come pure la dossologia finale possono essere cantate.