Guardia d’Onore al Sacro Cuore

Devozioni: Fatima, Lourdes, Guadalupe...

Un grande strumento per incrementare la nostra devozione al S.Cuore! La Guardia d’Onore al S. Cuore di Gesù è la risposta più semplice e più conforme al desiderio espresso da Gesù a S. Margherita Maria Alacoque. Tre sono i pensieri fondamentali detti da Gesù a S. Margherita nel rivelarle il suo Cuore:

1) Il Cuore di Gesù ci ha amati con amore infinito: “Ecco quel Cuore che tanto ha amato gli uomini, che non ha risparmiato niente fino ad esaurirsi e a consumarsi per testimoniare il suo amore… Il mio divin Cuore è così appassionato di amore per gli uomini… che non potendo più contenere le fiamme della sua ardente carità vuole espandersi e manifestarsi ad essi”.

2) Il suo Cuore soffre d’una mancata corrispondenza d’amore imputabile alla nostra ingratitudine: “E in riconoscenza non ricevo dai più che ingratitudine, tante sono le irriverenze, i sacrilegi, le freddezze e i disprezzi”.

3) Gesù chiede riparazione, che diviene l’atto indispensabile nel culto tributato al suo Cuore. Forma il centro degli esercizi di devozione n chiesti da Lui.
“Almeno tu dammi la consolazione di supplire quanto puoi alla loro ingratitudine”.



SCOPO




Questo è lo scopo della Guardia d’Onore: RIPARARE.

Come la Guardia d’Onore risponde all’invito di Gesù?

Riunendo intorno al Cuore dei nostro divin Maestro, in ogni ora dal giorno e della notte, cuori fedeli e devoti di ogni categoria di persone: Sommi Pontefici, Sacerdoti, Religiose, mamme, operai, impiegati, bambini ed in particolar modo i malati. Essi compensano con il loro amore riparatore la dimenticanza e gli oltraggi che il Sacro Cuore riceve ogni ora.
L’idea é nata dalle stesse parole di Gesù a S. Margherita:

“Voglio formare intorno al mio Cuore una corona di dodici stelle composta dai miei più cari e fedeli servi”.

Questa è la ragione dei QUADRANTE DELLA GUARDIA D’ONORE: una corona di dodici stelle intorno al Cuore di Gesù trapassato dalla lancia e dal quale sgorgano gocce di Sangue e di Acqua. Ad ogni stella corrisponde un gruppo di anime amanti che si alternano nelle dodici ore dei giorno e della notte perché quelle gocce non cadano invano.
Motto di questo immenso stuolo: GLORIA – AMORE – RIPARAZIONE AL S. CUORE DI GESÙ.




ORIGINE




Fu ispirata da Gesù alla Serva di Dio Sr. Maria dei S. Cuore e cominciò ad essere praticata nel Monastero della Visitazione in Bourg (Francia). Leone XIII la dichiarò Arciconfraternita per la Francia e per il Belgio il 26 novembre 1878, il P. Giovanni Baccichetti, dei Ministri degli Infermi (Camilliani), la trapiantò in Italia. Il 18 luglio 1879 il primo Centro da lui stabilito in Roma fu – dallo stesso Leone XIII – dichiarato Arciconfraternita per l’Italia e Nazioni prive di una propria Direzione generale, ed ha la sua sede nella Basilica di S. Camillo in Roma (per maggiore conoscenza leggere la MIA ORA, Manuale della Guardia d’Onore).




MEZZO PRINCIPALE



È l’ORA DI GUARDIA. Gli iscritti:

a) scelgono un’ora durante la giornata, in cui si portano in spirito presso il Tabernacolo e vivono intensamente nella sua unione, insieme alle prime Guardie d’Onore: Maria Santissima, S. Maria Maddalena, S, Giovanni Evangelista, che contemplarono addolorati il Cuore di Gesù trafitto dalla lancia;

b) si sforzano di compiere santamente i propri doveri offrendo al S. Cuore le azioni, le pene di quell’ora;

e) in questo modo consolano e riparano quel Cuore dolcissimo dai peccati che si commettano in quella stessa ora.

(L’ora di guardia non obbliga assolutamente sotto pena di peccato. Dimenticandola, si può fare in un’altra ora).




INFLUSSI BENEFICI



Questa pia devozione abitua insensibilmente la volontà di ogni Guardia d’Onore a santificare i pensieri, le parole, le opere. Ripara le conseguenze dei peccato. rendendo propizio il Signore. Fa, naturalmente, di ogni iscritto un Apostolo nell’ambiente familiare e in quello di lavoro, perché diminuiscano i peccati che offendono il Cuore di Gesù. È casi un ottimo fondamento per l’apostolato sociale.
La Guardia d’Onore raccoglie e promuove tutte le pratiche di pietà domandate da Gesù a S. Margherita; l’Adorazione Eucaristica – la Comunione riparatrice – l’Ora Santa (di cui l’Ora di Guardia è un’estensione con diverso metodo ma con identico fine) – i Primi Venerdì dei mese, Ed aggiunge la consacrazione delle famiglie e l’apostolato eucaristico.
È evidente che questa pratica e adatta per tutti e nello stesso tempo è semplice. Non richiede preghiere speciali né tempo da passare in chiesa. Essa tende a far vivere cristianamente e santamente la normale giornata di ciascuno indirizzando il pensiero e l’affetto al Cuore dolcissimo di Gesù, che attende il nostro amore a nome anche di quelli che non lo ricordano.




IL QUADRANTE DELLA MISERICORDIA


È un mezzo per ottenere la conversione dei peccatori anche più ostinati: consiste nel fare un’Ora Speciale di Guardia – ORA DELLA MISERICORDIA – per l’anima di cui si desidera il ravvedimento. La persona, che si offre a fare tale ora, fa iscrivere sul Quadrante le iniziali dei peccatore determinando l’ora speciale di guardia scelta per lui.
Il Quadrante della Misericordia per l’Italia e eretto nella Basilica di S. Camillo in Roma, sede della Direzione generale della Guardia d’Onore a questa quindi bisogna rivolgersi per le iscrizioni dei peccatori, per avere la speciale pagellina e per inviare le relazioni di conversioni ottenute.




LE TRE FALANGI


La Guardia d’onore è organizzata in tre grandi falangi, in cui gli omaggi degli iscritti, pur avendo un unico oggetto: il Cuore ferito di Gesù, differiscono pero a seconda del grado di consacrazione del l’intensità della vita spirituale e delle personali aspirazioni.
Le tre falangi: Le Guardie Consolatrici – Le Guardie Riparatrici – Le Guardie Vittime – nella vita e nelle pratiche si ispirano a un Santo o Santa che esse assumono come modello e protettore. Così S. Maria Maddalena è il modello delle Guardie Consolatrici, S. Giovanni Evangelista delle Guardie Riparatrici e Maria Santissima. insieme a Gesù sul Calvario, è il modello delle Guardie Vittime.
Casi la Guardia d’Onore costituisce come una scala che, cominciando con la purificazione personale, conduce fino all’offerta completa per unirsi a Gesù e consumarsi nel suo Cuore.
È dunque non solo un’Associazione, ma una via per la Santità




GLORIA, ONORE, RIPARAZIONE
AL S.CUORE DI GESÙ



Come entrare a far parte della Guardia d’onore al S. Cuore di Gesù?

Se non abbiamo mai inteso parlare fino ad ora della Guardia d’onore e pur tuttavia, dopo queste prime informazioni, già desideriamo farne parte, cominciamo dall’essenziale: l’ora di guardia e la preziosissima offerta. Una volta che, per un po’ di tempo, saremo riusciti a svolgere quotidianamente queste pratiche, potremo dare ufficialità alla nostra devozione, iscriverci presso il centro più vicino e conoscere gli altri esercizi spirituali proprie di questa associazione

Scegliamo un’ora della giornata: a quell’ora precisa cominciamo la nostra ora di guardia con la seguente preghiera:

OFFERTA PER L’ORA DI GUARDIA

Mio dolcissimo Divin Salvatore Gesù, io vi offro questa ora di guardia, durante la quale in unione con (si nominano i Santi protettori dell’ora scelta) desidero di amarvi, glorificarvi e consolare il Vostro adorabile Cuore col mio amore. Accettate a questo fine i miei pensieri, le parole, le azioni, le pene e soprattutto il mio cuore, che Vi dono senza riserva, perché lo consumiate nel fuoco dei Vostro divino amore.

I santi protettori di ciascuna ora sono:

0-1 e 12-13 SS.Vergine; 1-2 e 13-14: S. Giuseppe; 2-3 e 14 -15: tutti i Santi; 3-4 e 15-16: i Serafini; 4-5 e 16-17: i Cherubini; 5-6 e 17-18: i Troni; 6-7 e 18-19: le Dominazioni; 7-8 e 19-20: le Virtù; 8-9 e 20-21: le Potestà; 9-10 e 21-22: i Principati; 10-11 e 22-23: gli Arcangeli;11-12 e 23-24: gli Angeli.

Dopo questa preghiera, continuiamo a svolgere le nostre attività ordinarie, pensando di tanto in tanto che stiamo offrendo queste nostre azioni in spirito di riparazione…

Durante l’ora di guardia ed eventualmente più volte nella giornata, reciteremo la…

PREZIOSISSIMA OFFERTA

1. Composta da Sr. Maria del Sacro Cuore, Fondatrice della Guardia d’onore,

Eterno Padre, accetta in sacrificio di propiziazione per i bisogni della Santa Chiesa e in riparazione dei peccati degli uomini, il Sangue prezioso e l’Acqua che uscirono dalla ferita del divin Cuor di Gesù ed abbi pietà di noi.

Oppure:

2. Composta da Maria Deluil-Martiny, la prima Zelatrice della Guardia d’onore

Gesù, mio Salvatore, lascia che io offra a Te, e, per mezzo tuo, all’Eterno Padre, il Sangue preziosissimo e l’Acqua che uscirono dalla ferita fatta al tuo divin Cuore sull’albero della croce. Degnati di applicare efficacemente questo Sangue e quest’Acqua per la salvezza di tutte le anime e specialmente dei poveri peccatori e della mia povera anima. Purifica, rigenera, salva tutti gli uomini in virtù dei tuoi meriti. Concedimi, infine, o Gesù, di penetrare nel tuo Cuore e di rimanervi per sempre. Amen.

Al termine dell’ora scelta, reciteremo la…

PREGHIERA PER LA FINE DELL’ORA DI GUARDIA

O Cuore sacratissimo di Gesù, fonte perenne d’amore e di misericordia, io ti ringrazio per l’inestimabile dono che mi hai fatto, concedendomi di poterti consolare durante quest’ora di guardia.
Io ti chiedo perdono di tutte le negligenze che avessi potuto commettere durante la mia preghiera e prometto di volere essere più fedele per l’avvenire.
Incoraggiato dalla tua bontà, io oso chiedere di poterti consolare anche domani e per tutti i giorni della mia vita per riparare le offese di noi peccatori. Questa grazia te la domando non solo per me, ma anche per tutte le Guardie d’Onore, affinché il tuo divin Cuore possa trovare sempre ed in ogni istante delle anime nelle quali compiacersi. Amen.




Hai provato per un mese a praticare l’ora di Guardia?
Sei entusiasta di questa spiritualità?
Vuoi saperne di più?
Vuoi
iscriverti alla Guardia d’Onore al S.Cuore di Gesù?

Manda un E-mail al
Centro della Guardia d’Onore al S.Cuore di Gesù
del sito «TOTUS TUUS»
[Maggiori informazioni sul sito http://www,floscarmeli.org/ ]